Fisico perfetto con la sala pesi

Un fisico perfetto : ottienilo attraverso la sala pesi. Per avere il classico fisico bello, ovvero quel fisico asciutto e definito molte persone si affidano all’allenamento in sala pesi. Il motivo è ovvio: possibilità di allenare tutti i muscoli in maniera sempre varia, poter diversificare carichi e stimoli allenanti facendo in modo che il corpo non si adatti, ottenere risultati sempre migliori, e la possibilità di misurare in maniera concreta ed oggettiva i chili sollevati, le ripetizioni, ecc. per poter vedere se si sta migliorando nel tempo

Come ottenere un fisico perfetto in sala pesiAnche se viene sempre spiegato che il corpo ha necessariamente bisogno di un tempo fisiologico per poter creare dei cambiamenti degni di nota, tutti chiedono come diventare muscolosi in poco tempo.

In questo articolo daremo dei consigli utili per capire come strutturare un corretto piano di allenamento, o comunque per capire se quello che ci è stato consigliato ci può aiutare a raggiungere un fisico perfetto; non parleremo invece degli esercizi in palestra, argomento più specifico che tratteremo più avanti.

Programma di allenamento palestra

Prima di ricevere un programma di allenamento il trainer dovrebbe farci un’anamnesi dettagliata che riguarda almeno questi temi:

  • Storia di allenamento passato: per capire quali possono essere le nostre competenze motorie.
  • Infortuni o problematiche varie: per poter evitare gli esercizi più pericolosi ed aiutarci a migliorare dove possibile.
  • Obiettivo che si vuole raggiungere ed in quanto tempo: dire solamente di voler perdere peso non è un obiettivo, bisogna sapere quanto si vuole perdere ed entro quanto tempo, altrimenti si rischia di ottenere piccoli risultati in un tempo molto lungo e non sapere se quella è la strada giusta o meno. Sarà poi il trainer a dirci se il nostro obiettivo è realizzabile nel tempo che ci siamo prefissati.
  • Abitudini alimentari: non si dimagrisce con il solo allenamento, così come non si mettono muscoli se alle varie sedute in palestra non si accosta una corretta nutrizione.
  • Quante volte ci si allena a settimana e per quanto tempo a seduta: è inutile avere un piano di allenamento che duri un’ora e mezza se poi possiamo stare in palestra solo 50 minuti.

Con le dovute informazioni si potrà strutturare un allenamento più personalizzato che deve seguire anch’esso determinate regole. Vediamole insieme:

Fisico perfetto con la sala pesi

Programmazione in palestra

  • Una scheda deve durare il giusto tempo per poter dare uno stimolo allenante ma non troppo per evitare che il corpo si abitui allo stimolo stesso. In genere l’ideale va dalle 6 alle 8-10 settimane.
  • Il programma della scheda non deve essere uguale per tutta la sua durata. Ci deve essere una progressione di carico, di numero di ripetizioni oppure nel recupero, ma soprattutto nell’intensità, ecc. Fare per 8 settimane gli stessi esercizi senza mai variare nulla porta il corpo ad uno stallo precoce. Quello che deve cambiare non può essere solamente il peso utilizzato.
  • Gli esercizi per la parte anteriore e posteriore del corpo devono essere bilanciati: fare solo petto porterà il corpo a chiudersi con inevitabile conseguenza del far sembrare le spalle più piccole . Allenare solo i quadricipiti dimenticando i bicipiti femorali creerà delle tensioni che possono portare ad infortuni.
  • Stretching e defaticamento devono essere sempre presenti, come non si inizia di colpo non è salubre nemmeno cessare in questo modo netto l’attività fisica. Serve il giusto tempo sia per portare il corpo ai regimi di allenamento sia per riportarlo ai livelli basali.
  • E’ utile avere un cardiofrequenzimetro per potersi monitorare durante l’allenamento e capire se gli sforzi che si stanno facendo sono eccessivi, o se ci si può spingere oltre senza alcun timore.
  • La scheda può essere strutturata anche per allenarsi tutti i giorni della settimana, a patto che la fatica venga ripartita in maniera adeguata. Ci si può allenare sempre ad intensità basse oppure alternare giorni ad alta intensità alternando giorni di scarico.

A livello teorico le cose da fare sono chiare: abbiamo capito cosa serve sapere per poter strutturare un allenamento fatto bene e che cosa bisogna controllare nel nostro programma. Adesso che la teoria è chiara non resta altro che dedicarci alla pratica.

Condividi: