Perdita di grasso da dove inizia? Suona la sveglia, ci si alza dal letto, e l’ansia sale perché ci si sta dirigendo verso uno degli esami più severi che abbiamo mai affrontato.

Niente colazione: rovinerebbe tutto. Via ogni indumento possibile per cercare di ottenere il risultato migliore. Siamo pronti. Il fiato è corto ed il cuore a mille. Non si può più rimandare, è il momento: saliamo sulla bilancia!

Come in una sorta di “ok il peso è giusto” ripetiamo mentalmente il numero che vorremmo vedere segnato. Gioia infinita, e quindi colazione un po’ più abbondante per premiarci se la bilancia ci da ragione, al contrario si beve acqua e limone, dieta detox e via.

Non abbiamo tempo in questo articolo per parlarvi dei falsi miti alimentari nei quali siamo tutti caduti ma una buona notizia c’è: impareremo che la bilancia è assolutamente inutile, soprattutto per chi sta cercando di perdere massa grassa!

Anche in questo articolo facciamo un passo indietro e capiamo qualcosa di più sul grasso corporeo.

Massa grassa ideale

Esiste una quota minima di grasso che deve necessariamente essere presente all’interno del corpo, anche in chi vuole dimagrire il più possibile. Vediamola:

  • Come perdere la massa grassa in eccessoUomo.

Grasso essenziale: 4-5% del peso corporeo. Il grasso di deposito che lo fa rientrare in uno stato di buona forma fisica è del 16-20% rispetto al peso.

  • Donna.

Grasso essenziale: 12% e come quota di grasso di deposito ottimale fra il 22 ed il 28% del proprio peso corporeo.

Sotto la quota minima di grasso essenziale si hanno dei rischi per la propria salute. E’ maggiore nelle donne poiché lo troviamo in organi tipicamente femminili come ad esempio la mammella, la regione vulvare, ecc.

Perdita grasso: da dove partire?

Per capire come asciugare il fisico bisogna partire da un dato fondamentale: quanto grasso devo eliminare per avere un fisico asciutto?

Molti si affidano al BMI: Body Mass Index, ovvero l’indice di massa corporea. E’ un calcolo che mette in relazione l’altezza con il peso della persona. Il calcolo darà un risultato grazie al quale ci si può classificare come normopeso, sovrappeso, sottopeso, ecc.

Come perdere la massa grassa in eccesso

Il problema di questo calcolo? Una persona che pesa 75 kg ed è alta 180cm secondo la tabella del BMI (che non inseriremo perché non riteniamo attendibile) risulterebbe normopeso. Il problema è che quei 75kg potrebbero essere di un fisico magro ed atletico oppure di una persona sedentaria, in sovrappeso e con poca massa magra attiva.

Pesarsi da dei riferimenti troppo generali: è impossibile capire quanto grasso è presente nel proprio corpo e soprattutto dove questo grasso è situato! A seconda dei punti nei quali si deposita si possono avere problemi seri anche a livello di salute ma ne parleremo in un altro articolo.

Quella che bisogna conoscere è la percentuale di grasso presente nel corpo, per poter capire qual’ è il proprio punto di partenza.

Dei vari metodi di misurazione del grasso corporeo parleremo successivamente, al momento basti sapere che la bilancia è sicuramente il meno attendibile.

Alimentazione corretta per dimagrire

In pochissime parole vi sveleremo il segreto per poter dimagrire. Non sarà una dieta, sono delle semplici indicazioni generali che chiunque può rispettare senza sforzo, mangiando più o meno quello che si vuole, a patto di non uscire da questi principi fondamentali. Pronti?

  1. Sapere quante calorie si consumano al giorno.

E’ fondamentale la visita da uno specialista della nutrizione che con appositi strumenti sarà in grado di fornirci indicazioni attendibili su quante calorie consumiamo giornalmente.

2. Contare le calorie che assumiamo ogni giorno.

Per capire il fabbisogno calorico che si deve assumere giornalmente si può presentare un diario alimentare a dei professionisti che calcolerà e ci farà assumere non più del nostro  fabbisogno calorico giornaliero.

  1. Mangiando più di quello che si consuma si hanno due scelte:
  • Fare ogni giorno un’attività sportiva che faccia consumare le calorie in eccesso

NutrizioneMangiare di meno. I tagli calorici non dovrebbero essere drastici ma sostenibili. Mediamente 500kcal per l’uomo e 300Kcal per la donna sono le indicazioni più diffuse ma è comunque indispensabile parlarne con il proprio specialista di riferimento. Le calorie assunte devono essere ben distribuite fra grassi, carboidrati e proteine. Anche qui, uno specialista saprà darci indicazioni più precise in base al nostro stile di vita ed attività sportiva praticata.

Spesso non è necessario mangiare meno, è sufficiente assumere le stesse calorie ma ripartite in maniera migliore fra i macronutrienti.

Alla fine non c’è nessun segreto: solo consigli logici e banali. Bisogna capire che per la quasi totalità dei casi, si ingrassa perché si mangia male ed in maniera eccessiva.

E tutte le malattie metaboliche, intolleranze alimentari, ecc.? La realtà è che cerchiamo sempre soluzioni rapide che ci facciano arrivare all’obiettivo senza sforzo, quando l’unica cosa che ha sempre funzionato è semplicemente mangiare meglio e muoversi di più. Prendete questa decisione e rendetela il vostro nuovo stile di vita, questo è l’unico segreto per avere un fisico magro e tonico, oltre che una salute migliore.

McDonald L. Women Training and Fat Loss. Lyle McDonald, 2016.

Tortora V. The Body Chance. Un approccio scientifico alla ricomposizione corporea. Vincenzo Tortora, e-book, 2013.

 

Condividi: