Nuoto

Nuoto uno sport completo. Quando si parla di sport e di corretto sviluppo fisico, specialmente nei bambini non si può non nominare il nuoto, perchè si sa: è lo sport più completo. Lo dicono molti pediatri, lo confermano amici e parenti, lo sottolinea il medico. Insomma, se si vuole fare uno sport completo l’unica soluzione è mettersi un costume e nuotare. Siamo così sicuri che quanto appena affermato sia vero?

Nuoto benefici o bufale?

NuotoLo scopo di questo articolo non è parlar male di uno sport che come ogni altro ha i suoi pro ed i suoi contro, ma vuole sfatare i miti che aleggiano attorno a questa disciplina e che ogni professionista del movimento potrà confermare.

Perché in caso di mal di denti si va da un dentista, se si vuole un consulto per questioni legate alle ossa si va da un ortopedico, se si vogliono fare delle domande legate allo sport gli specialisti di riferimento non sono medici generici o pediatri ma medici dello sport  laureati in scienze motorie, ed ognuno di loro vi potrà confermare quanto segue.

Calorie nuoto

Il nuoto fa dimagrire? Sulle calorie che vengono consumate quando si va a nuotare abbiamo già parlato in un altro articolo che vi invitiamo a leggere per approfondire la questione.

Nuoto: lo sport più completo

Esattamente: cosa vuol dire che è lo sport più completo?

  • Muove tutti i muscoli? Ogni sport li muove, dalla camminata al basket, dal judo alla pallavolo
  • Muove i muscoli in maniera simmetrica? Decine di altri sport lo fanno, dalle arti marziali all’atletica. Anche camminare ma nessuno ha mai detto che la camminata è lo sport più completo!

Per un corretto sviluppo psicofisico, specialmente nei bambini, bisognerebbe sviluppare le attività motorie di base: camminare e correre, rotolare, saltare ed atterrare, strusciare e muoversi in quadrupedia, lanciare ed afferrare, arrampicarsi.

Nessuna di queste attività è presente nel nuoto e non è quindi utile per il corretto sviluppo motorio del bambino, senza contare che tutto quello che viene imparato in acqua, a causa di un diverso sistema di gravità, non potrà essere riutilizzato a terra, quindi i movimenti e la coordinazione appresa in piscina non saranno utili nella vita quotidiana dei bambini. A questo va aggiunto il fatto che nel nuoto si va solamente dritti, non esistono cambi di direzione, non viene sviluppata quindi la lateralità e tutte quelle abilità che sono apprese in giochi e sport di situazione.

Nuoto e mal di schiena / scoliosi

Il nuoto è uno sport, non una medicina, in quanto tale non può curare il mal di schiena. Per rinforzare la schiena è necessario agire sui muscoli stabilizzatori, detti anche “antigravitari” che si rinforzano quando sono sottoposti a forze esterne (sovraccarichi o gravità) che in acqua non ci sono.

Nuotare quindi non rinforzerà in alcun modo la schiena, un conto è la ginnastica in acqua, della quale abbiamo parlato in un altro articolo, un conto è il nuoto inteso come sport. L’assenza di gravità indebolisce la schiena, non la rinforza.

Riguardo alla scoliosi è ormai noto e confermato da più studi che il nuoto faccia male. O meglio, non fa male nuotare, fa male semplicemente immergersi in acqua: si creano delle pressioni a livello toracico che vanno ad aumentare le forze di compressione sulla schiena andando a peggiorare le condizioni di questa particolare condizione.

Nuoto

Nuoto e cifosi

“Hai le spalle curve? Nuota, però a dorso”.  Frase sentita e risentita, pronunciata senza dubbio da una persona che non ha idea delle dinamiche del movimento umano.

Nuoto e cifosiLa cifosi comporta un movimento scorretto delle scapole. Per nuotare a dorso è necessario portare il braccio disteso sopra la testa, o come si dovrebbe dire in gergo tecnico “flesso a 180°”, questo movimento è possibile solamente se la scapola e l’omero posseggono una corretta dinamica di movimento, in caso contrario (come quando si ha le spalle curve) il braccio faticherà ad arrivare sopra la testa e per compensare si andrà ad inarcare la pare bassa della schiena aumentando le possibilità di traumi in quella delicata zona.

Quanto detto sopra non vuole essere denigratorio verso il nuoto e non sono opinioni personali ma fatti noti a tutta la comunità scientifica e agli operatori del mondo dello sport.

Il nuoto non è uno sport perfetto semplicemente perché gli sport perfetti non esistono: lo scopo degli sport non è curare la schiena, far dimagrire le persone o costruire un fisico scultorio ma semplicemente di vincere o rendervi il più performanti possibili nelle gare di riferimento.

Gli effetti sul fisico, il divertimento e tutto il resto sono dei piacevoli effetti collaterali di chi pratica in maniera salutare ogni tipo di sport.

Come abbiamo già spiegato in un altro articolo il nuoto non allargherà le spalle a tuo figlio, non ti regalerà il fisico dei campioni olimpionici e non aiuterà i tuoi problemi di schiena ma ti allenerà, ti aiuterà a scaricare le tensioni quotidiane e renderà il tuo corpo ed il tuo cuore più sani, quindi se ti piace farlo: nuota!

Bibliografia:

“Swimming is not a scoliosis treatment: a controlled cross-sectional survey”

World Health Organization Scientific Group. Prevention and management of osteoporosis. WHO Technical Report Series 2003; 921: 1-193

Renato Manno, Fondamenti dell’allenamento sportivo, con la collaborazione di Valerio Manno, Zanichelli, ISBN 88-08-11888-6

Geyer B. Scoliose thoracique et sport. Presented at XV Journees du Groupe Kinesitherapique de Travail sur la Scolios. Palavas Les Flots, 1986

Condividi: