Corsa Vs. Bici

Meglio correre o andare in bici. Anche se l’estate è finita la bella stagione non ci ha ancora abbandonato e questo è il periodo migliore per iniziare a praticare uno sport all’aria aperta. Fra le scelte più comuni c’è andare in biciletta per rimettersi in forma oppure correre per dimagrire. Qui nasce il dubbio, la domanda che molti si fanno, perché la voglia è tanta ma anche la paura di sbagliare attività.

Analizziamole insieme in modo da poter trovare la soluzione ideale per ognuno.

Correre o andare in bici?

Non è semplice dare una risposta netta a questa domanda, le variabili sono tante: dipende dal modello di bicicletta, dalla tecnica di corsa, dal percorso che si deciderà di fare, ecc. Per decidere c’è bisogno di un confronto sui temi più importanti riguardo la salute ed il raggiungimento dei propri obiettivi, e trovare pro e contro di ognuno.

Benefici della corsa vs Benefici della bici

Meglio correre o andare in biciEssendo sport di principale impegno cardiovascolare i benefici si equivalgono: aiuto nel dimagrimento, miglioramento del sistema cardio circolatorio, maggior efficienza del sistema respiratorio, ecc.

L’unica differenza che si può trovare è a livello di impegno muscolare, nella bicicletta è più facile far lavorare in misura maggiore le gambe rispetto alla corsa.

E’anche vero però che volendo si possono passare ore in bicicletta senza faticare quasi per niente a livello muscolare: si sfruttano le discese, si sceglie una strada più o meno pianeggiante e si pedala a rapporti sempre favorevoli, mentre correre per ore senza stancarsi risulta praticamente impossibile. Naturalmente questo vale se si parla di amatori e non di professionisti, in questo caso però ci si riferisce a persone che praticano attività fisica con l’intento di allenarsi e non di faticare il meno possibile.

Calorie corsa vs calorie bici

Abbiamo già parlato in un altro articolo di come approcciarsi alla corsa per dimagrire, per quanto riguarda la bici il calcolo non è così lineare. Diciamo subito che se si vogliono ottenere buoni risultati da un allenamento in bicicletta si dovrebbe pedalare ad una buona intensità (almeno il 65% della propria frequenza cardiaca massima) per almeno un paio d’ore.

Questo fa si che gli allenamenti in bici siano decisamente più lunghi rispetto alla media degli allenamenti di corsa. Se si vogliono seguire le regole basilare dell’allenamento aerobico si dovranno effettuare almeno 3 sedute di allenamento a settimana.

3 sedute di corsa corrisponderanno quindi a circa 3 ore di allenamento, mentre 3 sedute di bici saranno almeno il doppio, se non il triplo. In quest’ottica la bicicletta fa consumare molto di più.

Con la bicicletta è comunque più semplice decidere come variare il lavoro: se si vuole faticare di più o di meno basta selezionare le giuste marce ed il gioco è fatto, la corsa invece impone un allenamento meno variabile in quanto la difficoltà maggiore viene data dalla pendenza del terreno sul quale si corre.

Corsa Vs. Bici

Infortuni

Con la corretta tecnica è difficile infortunarsi correndo o pedalando, specialmente se non si esagera con gli allenamenti. Avendo una tecnica viziata, cosa molto probabile in sportivi amatori, la corsa può portare a rischi di infortuni maggiori (al ginocchio, caviglia e schiena) a causa delle centinaia e centinaia di insulti meccanici (le vibrazioni che il corpo riceve) date dai continui passi.

Nella bicicletta il rischio infortuni viene dato dall’assetto scorretto di pedalata. C’è da dire che gli incidenti e le cadute che si possono avere in bicicletta sono un danno collaterale di cui non si è direttamente responsabili ma che ha una percentuale decisamente maggiore di incidenza rispetto a quella che può avere un corridore.

Resistenza

Meglio correre o andare in biciIl cosiddetto “fiato”, messo alla prova da quello che si chiama tecnicamente “meccanismo anaerobico”, è un punto a favore della corsa.

Difficilmente in bicicletta si superano certe soglie di intensità, a meno di non fare ripetute o molti tratti in salita.

In conclusione?

La realtà è che non esiste una risposta definita. Potremmo continuare all’infinito ad elencare pro e contro delle due tipologie di allenamento ma la soluzione è semplice: alternarle. In questo modo si otterranno i benefici sia della corsa che della pedalata, si daranno stimoli sempre nuovi al corpo che avrà più difficoltà ad adattarsi e quindi consumerà una maggior quantità di energia.

Abbiamo detto che la bicicletta dovrebbe essere utilizzata per allenamenti di almeno 2 ore, e che gli sport aerobici dovrebbero essere fatti almeno 3 volte a settimana. Si potrebbe iniziare la settimana con una corsa ad alta intensità, in modo da consumare più calorie ed allenare maggiormente le gambe; fare un secondo allenamento di scarico sempre di corsa e concludere con una pedalata di 2 ore nel weekend.

Tutti sappiamo che non si risponde mai ad una domanda con un’altra domanda ma in questo caso si può fare un’eccezione. Alla domanda: “Corsa o bicicletta? La risposta giusta è: “Perché scegliere?”!

Condividi: