zollette di zucchero

Zucchero di canna: salvezza per tutte le persone che sono a dieta e non vogliono rinunciare al gusto dolce delle cose che mangiano. I più informati sanno che bisogna puntare allo zucchero grezzo demerara: meno raffinato e più puro. Migliore per gusto e qualità nutrizionali nonché più dietetico.

Quali di questi punti di vista è il più corretto? Naturalmente nessuno dei due. Se anche tu credi che dovendo scegliere fra i vari tipi di zucchero, quello proveniente dalla canna da zucchero sia il migliore, allora sei caduto in uno dei tanti inganni del marketing alimentare. Continua a leggere questo articolo per capire qual è la verità.

Tipi di zucchero: la verità.

È importante capire che ogni tipologia di zucchero, indipendentemente dalla sua qualità, apporta sempre 4kcal ogni grammo. Un grammo di zucchero di barbabietola avrà quindi lo stesso identico apporto calorico di un grammo di zucchero di canna.

Allora dov’è la differenza? I più attenti sanno che esistono varie tipologie di zucchero di canna, vediamo di capirne le differenze.

Zucchero di canna bianco:

Ebbene si, lo zucchero di canna non è solamente del classico colore marrone/ambrato che tutti noi abbiamo in mente, infatti la maggior parte dello zucchero bianco che è in commercio non proviene dalla barbabietola ma è appunto zucchero di canna. Il suo colore bianco è dato dal fatto che è stato purificato da tutte le impurità presenti, fra cui la melassa.

Zucchero di canna grezzo:

Il termine “grezzo” se riferito allo zucchero non ha assolutamente alcun significato. Non esiste infatti una normativa di legge che impone che lo zucchero grezzo debba contenere determinati nutrienti o non contenere specifiche impurità.

Si può quindi applicare il termine “grezzo” ad ogni tipologia di zucchero senza paura di incorrere in sanzioni di qualsiasi tipo, poiché a livello legislativo non ha alcun tipo di valore.

Si tende comunque ad accostare l’immagine di zucchero grezzo a quello di canna di colore ambrato, ma potrebbe essere venduto anche dello zucchero di barbabietola bianco con questo nome, senza paura di essere smentiti proprio perché nella legislazione che regola il commercio dello zucchero, non si fa alcuna menzione allo zucchero grezzo.

Zucchero di canna integrale

Così come per lo zucchero grezzo, il termine “integrale” riferito allo zucchero è utilizzato dai consumatori per riferirsi ad un prodotto meno lavorato, spesso umido, e dal colore più scuro. Anche in questo caso non esistono tabelle che dichiarino quali siano le qualità dello zucchero per essere dichiarato “integrale”.

zucchero di canna | zucchero grezzo

Pensare che un prodotto sia più salutare solamente perché meno raffinato (termine utilizzato con accezione negativa per creare paure infondate riguardo alcuni prodotti) non ha alcun senso. Continua a leggere per capire perché!

I segreti del colore dello zucchero

Tutto lo zucchero quando viene estratto è di colore scuro, il colore successivo dipende dalle lavorazioni che subisce. La melassa di barbabietola, presente appunto nello zucchero di barbabietola, viene sempre eliminata perché il suo sapore non è invitante e scoraggerebbe molte persone all’acquisto.

La melassa nera presente nella canna da zucchero ha un ottimo sapore e viene lasciata in diverse quantità, “colorando” lo zucchero del classico colore marrone/ambrato. Se si leggono le etichette si noterà come lo zucchero di canna sia formato fino al 98-99% di zucchero e la quantità della melassa resti esigua.

Proprietà nutrizionali zucchero di canna

Alcune persone scelgono lo zucchero di canna per le proprietà nutrizionali della melassa che contiene. Avendo la buona abitudine di leggere le etichette si noterà subito che i nutrienti presenti nello zucchero sono praticamente irrilevanti.

Inoltre in una società dove gli zuccheri abbondano, mangiare o consigliare zucchero di canna per le sue qualità nutrizionali è un gesto assolutamente senza senso e sconsiderato.

Molte persone mangiano dolci che hanno al loro interno, o sono ricoperti, di zucchero di canna pensando che questo sia un prodotto salutare o dietetico, ignorando che la differenza con lo zucchero bianco è praticamente nulla.

Zucchero raffinato

La parola “raffinato” fa spesso paura.Mentre in alimenti come la farina (di cui abbiamo parlato in altri articoli “Carboidrati buoni o cattivi” “Zuccheri e carboidrati che differenza c’è “) sta a significare la perdita di alcune proprietà nutrizionali, in altri casi come acqua, sale, zucchero, ecc. il termine “raffinato” indica semplicemente che è stato privato dalle impurità non corrompendo in alcun modo il valore nutrizionale originale.zucchero bianco | zucchero nel caffe

Quando si parla di zucchero non dovete temere quello bianco, raffinato, e prediligere quello di canna. A livello nutrizionale e calorico le differenze sono praticamente inesistenti.

Sapendo che lo zucchero è un prodotto che dovete usare con parsimonia, le rare volte in cui lo utilizzate prendete quello che a livello di gusto vi soddisfa di più.

Il vostro corpo non percepirà alcuna differenza tra l’assunzione dello zucchero da barbabietola e quello di canna integrale.

Alla fine di questa analisi la conclusione logica non può essere nessun altra che questa: l’unico zucchero dietetico è quello che non mangiamo!

Condividi: