pancia

Quando si parla di forma fisica, benessere e wellness, si fa spesso riferimento ad un fisico tonico e magro, si cercano soluzioni per poter migliorare la propria muscolatura o rimedi per dimagrire, tutti aspetti che riguardano principalmente l’aspetto esteriore. Ancora più importanti, per quanto riguarda il benessere generale, sono gli aspetti della salute intestinale, sono molte infatti le persone che soffrono di problemi che possono causare uno stomaco gonfio.

Quali sono le cause per cui si può avere l’addome gonfio? Ci sono dei motivi scatenanti, e delle soluzioni pratiche sul come sgonfiare la pancia? Cerchiamo di capirlo insieme.

Gonfiore addominale cause

Non esiste un motivo unico per cui si può avere la pancia gonfia, il gonfiore addominale ha infatti cause multifattoriali. È quindi utile procedere con analisi specifiche presso uno specialista del settore, in alternativa si dovrebbe procedere con una strada più lunga, fatta di prove ed errori. Le cause infatti possono essere distinte in vari ambiti: alimentare, stile di vita, psicologica, medica. Vediamone alcune nello specifico.

Ambito psicologico

Lo stress può essere un fattore importante per quanto riguarda il gonfiore addominale. Spesso quando si va in vacanza si può notare come questo problema diminuisca o scompaia, tra i vari cambiamenti che avvengono nei giorni di ferie c’è sicuramente quello di avere una vita più rilassata e regolare, cosa che favorisce lo sgonfiamento della zona addominale.

Ambito medico

Alcune malattie o condizioni metaboliche come ulcera, infiammazioni a carico del colon, steatosi epatica (grasso attorno al fegato), possono promuovere o peggiorare il problema di gonfiore addominale. In questo caso serve l’aiuto di un medico esperto del settore, che saprà indicare la corretta terapia da seguire.

Stile di vita

Uso continuativo di alcol, scarsa qualità e quantità del sonno, costante utilizzo di alcuni farmaci, fumo di sigaretta, ecc, sono comportamenti, spesso evitabili, che si vanno a sommare a tutte le altre concause in grado di indurre il gonfiore addominale.

Ambito alimentare

Possono esserci molte cause in grado di influire negativamente, fra le quali: intolleranze alimentari.

Tra le più comuni c’è quella ai latticini, va ribadito che non è il latte a fare male ma un suo particolare componente (lattosio), che molte persone non digeriscono ma ignorano completamente questo fatto.

Anche stando attenti a non consumare direttamente latticini, questi possono essere assunti perché presenti in molti prodotti come conservanti. Vanno quindi sempre lette con attenzione le etichette (leggi l’articolo ‘Dimagrisci responsabilmente: leggere le etichette alimentari’).

Altra intolleranza è il glucosio al quale dedicheremo un articolo a parte per essere in grado di distinguere “le bufale “in circolazione dalla realtà. Disbiosi, ovvero un’alterazione del ceppo batterico dell’apparato digerente. Si parla di disbiosi fermentativa se si assumono troppi zuccheri ed amidi, di disbiosi deficitaria se il problema è dato da stress, fumo, alcol e farmaci, e disbiosi putrefattiva se si assume una quantità eccessiva di carne ed una bassa quantità di verdure.

Fibre. Un loro eccesso o difetto può indurre il gonfiore intestinale. Le fibre principalmente coinvolte sono quelle solubili e si trovano in particolar modo nei legumi, nella frutta e nell’avena.

Dolcificanti artificiali. Se assunti in eccesso il corpo ha difficoltà nel metabolizzarli concorrendo al peggioramento del gonfiore addominale

gonfiore addomianle

Pancia gonfia rimedi

Presupponendo che il consiglio in questi casi è sempre quello di rivolgersi ad un esperto del settore, i rimedi per questo problema spesso e volentieri non sono così impossibili da attuare. Non si tratta di assumere probiotici fino a quando la situazione non sarà risolta ma di eliminare la causa che scatena il problema.

Va detto che nella maggior parte dei casi una dieta ipocalorica ben bilanciata, e dell’esercizio fisico, sono più che sufficienti per risolvere in maniera definitiva il problema. Ci sono però dei consigli generali che possono essere valutati, sempre sotto supervisione del proprio medico, utili a prevenire o migliorare il gonfiore addominale. Vediamo i più importanti.

    • Mangiare più proteine (sia di origine animale che vegetale) e meno carboidrati.
    • Diminuire l’apporto di legumi, cavoli, broccoli e verze.
    • Mangiare meno farinacei, specialmente se a lunga lievitazione.

pancia piatta

  • Diminuire l’assunzione di alimenti contenenti fruttosio. Quindi mangiare meno frutta possibile, si può comunque consumare il pompelmo senza spremerlo ed i frutti di bosco, ad esclusione di more e gelsi
  • Assumere fermenti lattici anche se non si hanno problemi intestinali può aiutare a prevenire il gonfiore addominale.
  • Evitare acqua frizzante, alcol e gomme da masticare.
  • Non saltare i pasti.
  • Potenziare i muscoli della regione addominale.

Questi consigli non vanno ovviamente presi alla lettera ma contestualizzati all’interno della propria situazione personale. Quello che può dare fastidio ad una persona può non essere assolutamente un problema per un’altra.

Il consiglio principale che aiuta il fisico sotto ogni punto di vista è sempre lo stesso: un’alimentazione bilanciata, un’attività fisica regolare ed uno stile di vita attivo. Questi 3 punti sono il principale segreto per avere un fisico tonico, forte, in forma ed anche per avere una pancia piatta, evitando di doverla coprire per un eccesso di grasso o di gonfiore addominale.

A proposito di esercizi per pancia piatta guarda cosa abbiamo scritto:

 

Fonti

Gaseous response to ingestion of a poorly absorbed fructo-oligosaccharide sweetener
T Stone-Dorshow M D Levitt
The American Journal of Clinical Nutrition

Alimentary Pharmacology and Therapeutics
Absence of gaseous symptoms during ingestion of commercial fibre preparations
L. ZUMARRAGA, M. D. LEVITT , F. SUAREZ

Relationship between atopic factors and physical symptoms induced by gaseous formaldehyde exposure during an anatomy dissection course

Condividi: