edulcorante

Caffè: non c’è niente di più italiano. Un gesto, un’abitudine, una coccola per molti che amano gustarlo la mattina, dopo i pasti, durante le pause, ecc. C’è però un momento critico poco prima di berlo, quello della classica scelta: dolcificante o zucchero?

I più attenti alle calorie e all’alimentazione fuggono dallo zucchero bianco perché sanno che ogni cucchiaino equivale a mettersi un po’ di grasso su fianchi e cosce. Chi non si fida degli edulcoranti invece preferisce lo zucchero di canna, meglio se integrale ma di questo ne abbiamo parlato in modo esaustivo nell’articolo “Lo zucchero di canna”.

Questa scelta viene fatta quotidianamente con il caffè ma poi si riflette sulla preparazione di dolci, bibite, ecc. Qual è la scelta migliore da fare? Quale fra le scelte possibili è la più dietetica e quale ci fa meno male? Facciamo un po’ di chiarezza!

Edulcoranti: cosa sono

Gli edulcoranti, o dolcificanti, sono delle sostanze di derivazione chimica, o naturale, che vengono utilizzate per addolcire le varie preparazioni al posto dello zucchero. Hanno un potere dolcificante di gran lunga superiore allo zucchero (anche 600 volte!) ed una carica calorica prossima allo zero. Questo vuol dire che ne basta una minima quantità per rendere molto dolce un qualsiasi preparato, possa questo essere un dolce, una bevanda, un dentifricio, ecc.

Zucchero calorie e falsi miti

Come già spiegato, lo zucchero bianco contiene 4Kcal ogni grammo. Lo stesso vale per lo zucchero di canna integrale e per qualsiasi altro tipo di zucchero. Che si trovi all’interno di farine, frutta, cibi industriali o caserecci, lo zucchero contiene sempre 4Kcal ogni grammo.

zucchero | zucchero nel caffè

Quello che fa la differenza non è la tipologia di zucchero ma se questo viene assunto da solo o assieme ad altre sostanze, come le fibre che ne rallentano la digestione.

Nel primo caso (come metterlo nel caffè, un frullato di frutta, del pane bianco, ecc) lo zucchero verrà assimilato direttamente alzando velocemente la glicemia, con tutto ciò che ne consegue.

Nel secondo caso (come in frutta intera, pane integrale, verdura, ecc) verrà assunto assieme a fibre che, rallentandone l’assimilazione, terranno a bada i picchi glicemici. Leggi anche “Carboidrati a basso indice glicemico”

Dolcificante o zucchero: quale scegliere?

Ora che abbiamo le risposte chiare possiamo dare una risposta. Anzi: ve ne daremo 2!
Volete assumere meno calorie possibile? Allora prendete pure gli edulcoranti.

Non abbiate paura: se presi nelle dosi consigliate non danno alcun tipo di problema! Non fanno male alla salute, non fanno venire il cancro o altro, sono prodotti controllati ed accettati dalla comunità europea e dal nostro ministero della salute, e sono assolutamente sicuri.

E se presi in dosi superiori? Così come ogni altra cosa che si assume in eccesso (carne, zuccheri, grassi, acqua, vitamine, ecc.) fanno male. Il problema in questo caso non è dei dolcificanti ma della nostra alimentazione che ci porta a degli eccessi!

Vi piace il sapore dello zucchero? Ok usate lo zucchero, purché non ne eccediate durante il giorno! Un cucchiaio di zucchero in un caffè non è un problema, inizia a diventarlo se viene aggiunto ad un’alimentazione fatta di farine bianche, bevande zuccherate e poco movimento!

Se si ha il controllo di quello che si mangia nelle 24 ore, si può assumere più zucchero la mattina e mangiarne di meno durante il giorno, l’importante è la consapevolezza di quello che si mangia.

In conclusione: il consiglio finale!

Lasciate perdere sia zucchero che edulcoranti! Il nostro cervello si abitua al sapore del dolce e più si mangiano cose dolci, più se ne cercheranno. Si andranno a scegliere sempre cibi e preparati più dolci perché lentamente ci abitueremo a quel gusto e cercheremo qualcosa di sempre più forte.

prendere il caffè |

Provate per due settimane a non usare zucchero o ad usarne molto meno. All’inizio non riuscirete ad appezzare il gusto di quello che state mangiando perché apparirà troppo amaro, ma dopo 15 giorni circa il vostro palato ed il vostro cervello si saranno abituati, e riuscirete finalmente a gustare il vero sapore del caffè, e di tutte le altre cose che state mangiando, senza che sia sommerso da una “patina” di dolce!

La scelta da fare non è nel miglior dolcificante ma nel gustarsi il cibo per quello che è, senza dover per forza alterarlo con zucchero ed edulcoranti! Ne gioveranno sia il tuo corpo che il tuo palato e potrai finalmente sapere che gusto ha quello che mangi.

 

Fonti

European Food Safety Authority – Dolcificanti
https://www.efsa.europa.eu/it/topics/topic/sweeteners

RASSEGNE EUFIC 10/2012
Vantaggi e sicurezza degli edulcoranti ipocalorici
https://web.archive.org/web/20150924003149/http://www.eufic.org/article/it/nutrizione/Sweeteners/expid/Vantaggi_sicurezza_degli_edulcoranti_ipocalorici/

International Sweeteners Association – Regolamentazione e sicurezza degli edulcoranti ipocalorici
https://www.sweeteners.org/it/category/11/sweeteners/56/low-calorie-sweeteners-regulation-and-safety

World Health Organization – Guideline: Sugars intake for adults and children
https://apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/149782/9789241549028_eng.pdf?sequence=1

Condividi: