cyclette

Lo sport all’aria aperta è sempre il più gettonato ma purtroppo non è sempre possibile praticarlo: pioggia, mancanza di tempo, ecc.

Ecco che viene in nostro aiuto l’allenamento indoor che porta con sé tutte le comodità di allenarsi al chiuso ma perde il fascino e ed i benefici dell’allenamento alla luce del sole.

Dovendo scegliere uno sport da poter praticare all’aperto, così come al chiuso, non c’è nemmeno da pensarci: si va in bicicletta! Oltre ad una bici da strada ed alla voglia di allenarsi non serve altro!

I benefici della bicicletta sono innumerevoli: rinforza i muscoli, specialmente quelli di gambe e glutei, migliora il sistema cardiovascolare, è un grande aiuto contro lo stress e poi, forse il più importante, andare in bici fa dimagrire!

Grande rivale della bici outdoor è la cyclette! Perché se è vero che si può dimagrire andando in bici, è altrettanto vero che si può dimagrire con la cyclette.

andare in bici | bicicletta

 

I vantaggi del ciclismo outdoor sono quasi tutti validi anche per la cyclette: allora quale scegliere? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza analizzando i vari punti a favore o contro delle due soluzioni.

Dimagrimento

Per quanto la cyclette da casa possa avere sistemi che ne regolino le intensità, la fatica che si prova andando in bici all’esterno sarà sempre maggiore: la variabilità del terreno, salite, discese e curve, sono stimoli sempre diversi che costringono il corpo a creare continui adattamenti e che ci faranno faticare sempre di più.

E lo sapete che… quello che fa faticare fa consumare!

biciletta

In gergo tecnico si direbbe che la bicicletta da strada ha probabilmente un maggior dispendio calorico rispetto alle cyclette indoor per via della variabilità degli stimoli che offre.

Sicurezza

Qui l’allenamento sulla cyclette la fa da padrone. Se è vero che pedalare su strada fa dimagrire di più, è anche vero che tutte le vibrazioni che si ricevono durante l’allenamento all’esterno mettono a dura prova le articolazioni, specialmente se si parla di persone non allenate.

Senza contare i pericoli non dipendenti dallo stile di pedalata: buche sulla strada, macchine, rischio di caduta, ecc.

Muscoli

Qui la battaglia può finire in pareggio.Dipende molto dal modo in cui si pedala, sia indoor che outdoor.

Bici da strada.
Volendo si può pedalare per ore senza faticare, scegliendo percorsi semplici ed i giusti rapporti è possibile percorrere molti km quasi senza accorgersene.

Se invece si vuole faticare basta andare su strade più impegnative, o selezionare i rapporti che più ci costringono a reclutare i muscoli di gambe e glutei.

Cyclette.
Si può stare in casa e pedalare tranquillamente tenendo una resistenza bassa, parlando comodamente al cellulare o facendo altre cose che mal si accostano ad un allenamento ben strutturato.

Se si vuole creare un allenamento più intenso basta selezionare una buona intensità di pedalata e sarà possibile fare anche un’ora di allenamento ai massimi livelli, cosa che con la bici outdoor non è possibile per una semplice, quasi banale, ragione: se si fa una salita prima o poi andrà fatta anche una discesa.

Il verdetto

Alla fine dei vari ragionamenti, chi vince? Come sempre la soluzione è nella varietà!

Quando si fa sempre e solo lo stesso tipo di attività il corpo si abitua ed i benefici di quell’ allenamento tendono a diminuire.
Dare stimoli differenti al nostro organismo produrrà sempre risultati migliori.

In che modo variare? Come abbiamo già detto in un altro articolo (“Meglio correre o andare in bici?”) per avere buoni risultati da un allenamento in bicicletta bisognerebbe pedalare per almeno 2-3 ore e non sempre questo è possibile. Si può quindi uscire in bicicletta nel week-end, e pedalare in casa, o in palestra, un altro paio di volte a settimana.

Il tempo di allenamento indoor può essere ridotto ad anche un’ora a patto che l’intensità percepita sia più alta rispetto a quella dell’allenamento outdoor.
Come organizzare un allenamento sulla cyclette? Vediamolo.

Programma allenamento cyclette

Ci sono principalmente 2 metodi di allenamento che prevedono entrambi un riscaldamento di almeno 10 minuti per preparare articolazioni ed organismo allo sforzo che si andrà ad effettuare

cyclette | allenarsi con la cyclette

1. Scegliere un ritmo di pedalata allenante, che quindi non sia troppo blando né troppo veloce, a secondo del vostro personale livello di allenamento.

• Partire dall’intensità minima.
• Ogni 5 minuti aumentare leggermente l’intensità.
• Continuare fino a quando si riesce a mantenere il ritmo scelto inizialmente

2. Selezionare un’intensità media, che sia proporzionata al proprio livello di allenamento.

• Eseguire una pedalata blanda per 3 minuti aumentandone il ritmo per un minuto.
• Continuare con quest’alternanza (3’ blando / 1’ intenso) fino a che si riesce a mantenere l’intensità selezionata inizialmente

In entrambi i casi concludere con un defaticamento di almeno 10’.

In questo modo si avranno 10 minuti di riscaldamento, una fase centrale abbastanza intensa di circa 30 minuti ed un defaticamento di altri 10 minuti.

Aggiungendo il relativo stretching si otterrà un allenamento di circa un’ora. Perfetto, no?

Troppo complicato? Non preoccuparti nei nostri centri troverai lezione specifiche dedicate allo spinning, un allenamento indoor ad alta intensità.

Quindi bici da strada o cyclette

La soluzione migliore è semplicemente quella di non scegliere! Prendiamo gli aspetti migliori di entrambi, infiliamo la tuta e pensiamo solamente ad allenarci e divertirci!

Condividi: