Modi in cui rendere completo il proprio allenamento in piscina

Come rendere completo l’allenamento in piscina. Si sente dire spesso che il nuoto è uno sport completo esaltando il fatto che attiva tutti i muscoli del corpo. Abbiamo già parlato in un altro articolo di nuoto e dimagrimento, quindi ci concentreremo su altro: l’allenamento in piscina.

Sono pochissimi i nuotatori che si allenano negli sprint, specialmente in ambito amatoriale. Per questo motivo si può affermare che il nuoto è principalmente uno sport di resistenza e come ogni disciplina di questo genere, dalla corsa alla bici, c’è la necessità di un programma di allenamento specifico che mantenga la massa muscolare e la forza.

Modi in cui rendere completo il proprio allenamento in piscinaIndipendentemente dagli stili di nuoto non è semplice creare un programma di rinforzo muscolare in acqua, per questo tutti i nuotatori si allenano anche con in pesi, ma parleremo dell’allenamento specifico in sala pesi in un successivo articolo.

Il problema nasce dal fatto che non avendo a disposizione un vero e proprio punto di ancoraggio muovendosi in acqua, non si può esprimere una grande quantità di forza e quindi non si potranno rinforzare i muscoli tanto quanto capita negli allenamenti a secco. Come poter ovviare a tutto questo?

Leggi anche: Un fisico perfetto ottienilo con acquagym

Allenamento nuoto libero

Innanzitutto va specificato che per una persona non allenata il semplice atto di allenarsi creerà degli stimoli sufficienti per tonificare i muscoli e migliorarne la forza generale. Il problema nasce quando il corpo si adatta al tipo di allenamento che si sta eseguendo ed avrà difficoltà a migliorare ulteriormente.

La prima strategia che si può utilizzare per ovviare a questo problema è di variare il più possibile stile di nuotata. Ci sono stili molto di dispendiosi a livello energetico e faticosi a livello muscolare. Nuotando sempre a crawl o a dorso il corpo si adatterà in fretta, variando i 4 stili si arriverà più tardi ad uno stallo dei miglioramenti, grazie all’alternanza degli stimoli ricevuti.

Entrando più nello specifico vediamo come si possono allenare arti inferiori e superiori, in acqua.

Modi in cui rendere completo il proprio allenamento in piscina

Potenziamento gambe

Utile sia per la funzionalità in acqua ma anche per poter migliorare il tono e l’estetica degli arti inferiori. Di seguito daremo 3 consigli, dal più semplice al più intenso:

  1. Utilizzare una tavoletta per escludere le braccia e concentrare il lavoro sulle gambe. Più ci si appoggia sulla tavoletta e più l’esercizio sarà facile e viceversa.
  2. Tenere la tavoletta in verticale invece che piatta. In questo modo si potrà eseguire una gambata di potenza per riuscire a vincere la resistenza opposta dall’acqua.
  3. Variazioni di ritmo. Eseguire ogni vasca iniziando piano ed accelerare fino al bordo opposto. E’ possibile applicare questa metodologia sia per l’esercizio proposto al punto uno sia per quello proposto al punto 2.

Esistono molti altri esercizi di potenziamento gambe da fare in piscina, ad esempio utilizzando le pinne oppure il classico paracadute, ma richiedendo attrezzatura difficilmente reperibile non sono stati menzionati.

Allenamento braccia

Esistono molti modi di potenziare la parte superiore del corpo, anche in questo caso daremo consigli a partire dal meno al più intenso.

  1. Utilizza il pullbuoy. Disponibile in ogni piscina, va tenuto fra le gambe permettendo di coinvolgere e tonificare maggiormente le braccia.
  2. Utilizzare le braccia mantenendo le gambe incrociate per aiutarsi il meno possibile con gli arti inferiori.
  3. Utilizzare le palette. Spostando una quantità maggiore di acqua la resistenza offerta sarà maggiore e con essa i benefici a livello di forza e tonificazione.

Modi in cui rendere completo il proprio allenamento in piscinaQuando ci si allena il concetto di massima è sempre lo stesso: bisogna faticare se si vogliono ottenere gli effetti desiderati. Inserire sessioni di forza e variare in maniera ottimale gli allenamenti consentirà al corpo di non adattarsi mai a quello che si sta facendo, continuando ad ottenere benefici sempre maggiori.

E’ vero che il nuoto muove tutti i muscoli del corpo ma il semplice movimento non è sempre sufficiente per creare adattamenti positivi. Con i semplici consigli di questo articolo abbiamo reso gli allenamenti in piscina non semplicemente completi a livello muscolare ma anche vari e quindi efficienti, quindi che aspetti? Tuffati a provarli.

Condividi: